Film e incontri aspettando la VI edizione di Karawan

11/05/2017 di Redazione
Film e incontri aspettando la VI edizione di Karawan

Da giovedì 11 a domenica 14 maggio 2017, Il Kino, via Perugia 34, proietterà una mini rassegna di alcuni dei migliori film proposti in cinque anni di attività di Karawan, dedicati ad esplorare cinematografie altre con spirito nomade, puntando a ribaltare stereotipi e cliché e proponendo visioni non convenzionali. In collaborazione con AMM-Archivio Memorie Migranti e NIBI Neri Italiani - Black Italians.

L'appuntamento al Kino, in preparazione della VI edizione del festival che si terrà dal 6 all'11 giugno nei cortili di Tor Pignattara, raccoglie una manciata di opere di giovanissimi autori restituendoci le voci vibranti delle nuove generazioni, che spingono ai margini delle società di tutto il mondo per un cambiamento. India, Cina, Costa d'Avorio, Bangladesh, Egitto: cinque film per cinque paesi come non li abbiamo mai visti, in cui è possibile rintracciare sullo sfondo di crisi economiche, guerre civili e quotidiane tensioni inter-generazionali, il fil rouge del sogno, della ribellione e della speranza che non conosce confini.

E l'Italia? Cosa fanno e cosa sognano i giovani italiani? Karawan da tempo è sulle tracce delle cosiddette "seconde generazioni" che si stanno facendo interpreti di una vera trasformazione culturale del nostro paese, allargando l'orizzonte di un immaginario collettivo che su molti temi è rimasto indietro rispetto al resto dell'Europa. Saranno loro, i giovani che premono ai margini della nostra società, ad introdurre, insieme a docenti ed esperti del settore, molti dei film proposti e riportare le loro esperienze, le battaglie e i sogni di questa generazione di "nuovi italiani".

PROGRAMMA

Giovedì 11 maggio

Ore 21.30

SULEMANI KEEDA (WRITERS)

di Amit V Masurkar, India, 2014, 89', V.O. (Hindi) sub ITA

Introduce Mara Matta (AMM-Archivio Memorie Migranti, Istituto Italiano Studi Orientali La Sapienza)

Il miglior film indie-hindi degli ultimi anni, una spassosa slacker comedy che prende in giro miti e riti di Bollywood. Dulal e Mainak sono una coppia scombinata di giovani sceneggiatori: il primo timido e impacciato, il secondo eccessivo e pasticcione.

Il loro sogno è quello di riuscire a sfondare a Bollywood, e pare realizzarsi quando vengono ingaggiati da Gonzo, figlio di un potente producer che ama Tarkovskij e punta a conquistare pubblico e critica con il suo esordio da attore.

Tra i complicati brainstorming per lo script e la caccia continua alla donna giusta, i due dovranno fare i conti con gli imprevisti colpi di scena dell'amicizia e dell'amore.

Il trailer del film SULEMANI KEEDA

Venerdì 12 maggio

Ore 21.30

INSEPARABLE

di Dayyan Eng, Cina, 2011, 97', V.O. (mandarino) sub ITA

Cosa ci fa Kevin Spacey in un pazzo film cinese? In questa spassosa black comedy dai risvolti imprevedibili, la prima produzione cinese interpretata da una grande star hollywoodiana, Li è un giovane ricercatore e disegnatore di arti artificiali, in preda a una crisi sia professionale che familiare, a causa di una grave perdita che lo ha colpito. Pressato dai problemi, Li è sul punto di farla finita, ma al momento giusto qualcuno bussa alla sua porta. È Chuck, un misterioso americano che vive in Cina e che dà una scossa alla sua vita, ma non tutto è come sembra...

Ritmo, risate e colpi di scena assicurati con una esilarante quanto improbabile coppia di supereroi, come non ne avevate mai visti prima.

Theatrical Trailer for Inseparable starring Kevin Spacey, Daniel Wu

Il trailer del film INSEPARABLE

Sabato 13 maggio

Ore 20.30

Corti italiani

In collaborazione con NIBI : Neri italiani - Black italians

Introduce Amin Nour, i registi e il cast saranno presenti in sala

A SPECIAL DAY

di Gaston Biwolè e Kassim Yassin, Italia, 2016, 18'

THE BORDER

di Paolo Negro, Italia, 2016, 12'

a seguire

BENVENUTI IN ITALIA

di AMM-Archivio Memorie Migranti

a seguire

AYA DE YOPOUGON

di Clément Oubrerie e Marguerite Abouet, Francia/Costa d'Avorio, 2013, 88', V.O. (FRA) sub ITA

Introduce Sandro Triulzi (AMM-Archivio Memorie Migranti)

Film d'animazione tratto dalla graphic novel di grande successo scritta dall'ivoriana Marguerite Abouet e disegnata dal francese Clément Oubrerie, popolarissima sia in Costa d'Avorio che in Francia, incentrato sulle vicende di un gruppo di amiche alla fine anni '70.

Aya, 19 anni, vive a Yopougon, quartiere popolare della capitale ivoriana Abidjan. A differenza delle sue amiche, che pensano solo a divertirsi la sera e a sedurre buoni partiti, Aya sogna di diventare medico e preferisce stare a casa a studiare. Attorno a loro si incrociano le vite di altri personaggi divertenti, come il padre donnaiolo di Aya, il figlio imbranato di Mr Moussa, le mamme che cercano di proteggere le loro figlie scatenate, Gregoire 'il parigino'...

Un caleidoscopio di immagini ed emozioni, di personaggi vividi alle prese con amori non corrisposti, tradimenti, gag, equivoci e bugie. Con un'irresistibile colonna sonora groovy funk.

AYA DE YOPOUGON - Trailer HD (French, 2013) - ANIch

Il trailer del film AYA DE YOPOUNGON

Domenica 14 maggio

Ore 19.30

TELEVISION

di Mostofa Sarwar Farooki, Bangladesh, 2013, 106', VO (Bengali) sub ING

Amin è il capo di un villaggio del Bangladesh rurale, in cui ha bandito ogni forma di immagine e di immaginazione come potenzialmente pericolosa e destabilizzante. Tutti sembrano adeguarsi alle regole, cercando talvolta piccoli sotterfugi, ma una delle ragazze del villaggio non si rassegna e con un gruppo di abitanti è intenzionata ad affrontare apertamente il capo villaggio e dar voce al vento del cambiamento.

Un'opera arguta e dissacrante, senza mai essere irrispettosa, sullo scontro generazionale e culturale in una società densa di sfumature e contraddizioni come quella del Bangladesh, che ha portato alla ribalta internazionale Farooki e lo ha imposto come "director to watch" del cinema sud-asiatico e rappresentante di punta di una nuova generazione di autori.

Television international trailer

Il trailer del film TELEVISION

Domenica 14 Maggio

Ore 21.30

HARAG WA MARAG (CHAOS AND DISORDER)

di Nadine Khan, Egitto, 2013, 78', V.O. (Arabo e Inglese) sub ITA

in collaborazione con Yalla Shebab Film Festival

Due ragazzi, una ragazza, un quartiere-discarica ai margini della città e una partita di calcio. È tutto ciò che serviva alla regista Nadine Khan per raccontare una storia complessa, talvolta umoristica, sulle relazioni tra i giovani, in un quartiere della periferia del Cairo dove la vita può somigliare a un corso di sopravvivenza. Zaki e Mounir sono entrambi innamorati della bella Manal, e decidono di affrontarsi in una partita di calcio: il vincitore otterrà in sposa Manal, così tutto il quartiere si ritrova a scommettere sulla partita, all'insaputa della ragazza.

Un piccolo gioiello l'opera prima di Nadine, figlia d'arte (il padre è il compianto Mohamed Khan) ed esponente della nuova generazione di registe arabe. La colonna sonora del film è composta dal fratello della regista, l'artista e musicista sperimentale Hassan Khan.

Il trailer del film HARAG WA MARAG

INGRESSO 5€ CON TESSERA ARCI

OFFERTA NUOVI ISCRITTI ARCI

Se fai la tessera per la prima volta il Kino ti offre una birra!

Per altre informazioni su ingresso e tessera associativa: Servizio Antispam ha rilevato un possibile tentativo di phishing da "ecomuseocasilino.us14.list-manage2.com" www.ilkino.it

Il Kino

Via Perugia 34