Walkabout a Torino, a Testaccio e “Oltre la soglia” all’Esquilino

06/07/2017 di Redazione
Walkabout a Torino, a Testaccio e “Oltre la soglia” all’Esquilino

Dopo i walkabout nelle Marche pesaresi, a Pergola per il Blooming e Fratterosa tracciando sentieri che partono da La Stanza di Beppe, l'open talk su VuotidiSenso SensodeiVuoti, il passaggio a Inteatro di Polverigi dove da 40 anni si trova il teatro che cerca, i walkabout nell'ambito del Pomezia Light Festival e le esplorazioni partecipate a Torino per ToWalkabout.

A Torino, riprendono i Towalkabout che per conto della Compagnia di San Paolo stanno sciamando nella "Torino che cambia". Il 4 luglio siamo in Vanchiglia, quartiere al centro di un aspro dibattito politico sulla "mala movida", dopo gli scontri con la polizia a Piazza Santa Giulia. Si parte alle ore 18 dal Campus Luigi Einaudi (Lungo Dora Siena, 100). Il 5 luglio si esplora il quartiere Campidoglio. Si partirà alle 18 da via Netro 3, dal sagrato della Chiesa di Sant'Alfonso. Passeggeremo insieme al Museo di Arte Urbana ed esploreremo il rifugio antiaereo di Piazza Risorgimento.

A Roma, nell'ambito della mostra "Oltre la soglia, ovvero la città intorno a casa nostra", alla galleria Nube di Oort (Via Principe Eugenio, 60), a cura di Helia Hamedani, per il finissage di giovedì 6 luglio, faremo un walkabout. L'appuntamento è alle 17,30. C'è una frase di Franco Basaglia - protagonista dell'unica, vera, rivoluzione accaduta in Italia, quella che nel 1978 chiuse i Manicomi - che risuona spesso nei nostri walkabout. Recita così: "Entrare Fuori, Uscire Dentro". Evoca il fatto che l'apertura di quei luoghi di contenzione ha espanso l'idea di spazio pubblico, rendendo la società più grande, più inclusiva, più aperta. Può essere un input generativo nell'interrogarsi su come la dimensione domestica, spazio privato per eccellenza, possa misurarsi con la città, ridefinendo i termini di quella soglia che separa lo spazio privato da quello pubblico. Sarà questo uno degli spunti per la nostra conversazione nomade che chiamiamo walkabout, mentre sciameremo dalla galleria Nube di Oort, esplorando l'Esquilino.

Nella Riserva Naturale Regionale dei Monti Navegna e Cervia (Rieti) il 14-15-16 luglio ci sono tre giornate dense di incontri e tavole rotonde su temi quali "Sociologia urbana e rurale: resilienza e vulnerabilità dei territori". Interverremo come Urban Experience per trattare di come l' apprendimento dappertutto sia molto funzionale all'educazione ambientale. Domenica 16 luglio faremo un walkabout che approderà al castello di Collalto Sabina. Informazioni più dettagliate nella prossima newsletter.

A Roma, a Testaccio, martedì 18 luglio partirà il walkabout "Testaccio At Work"  con appuntamento alle 19 dal Laboratorio delle Idee (Via Ginori 67). Con questa realtà formativa stiamo progettando delle strategie di turismo esperienziale basate sull'attività di esplorazione partecipata in un territorio ad alta densità sociale, come Testaccio, fulcro dell'area industriale, ormai archeologica, di Roma.

A Roma, è già partito un intenso progetto formativo di cui siamo partner: Futuriser, un percorso modulare a cura di TIXE ACADEMY di Open Hub, progettato per le persone e le organizzazioni che intendono affrontare con consapevolezza ed efficacia il cambiamento continuo nell'epoca della Digital trasformation. Il 19 settembre ci sarà il nostro modulo, centrato sulla modalità del walkabout.