“L’esperienza è l’insegnante più difficile. Prima ti fa l’esame poi ti spiega la lezione.”

03/11/2017 di Redazione
“L’esperienza è l’insegnante più difficile. Prima ti fa l’esame poi ti spiega la lezione.”

Credo che questa frase sia la più adatta per riassumere l'ultimo mese e mezzo della mia vita, breve ma estremamente intenso. 45 giorni di Servizio Civile Nazionale durante i quali mi sono confrontata con realtà che non avevo mai conosciuto prima, con altre che avevo solamente studiato, e con altre ancora che hanno confermato la mia volontà di continuare su questa strada. Grazie al Servizio Civile, che sto svolgendo presso la sede CDS di Tivoli, piccola ma incredibilmente attiva, ho infatti la possibilità di mettermi in gioco in molti campi: dal progetto "Nino - Torna a scuola", intervento per il sostegno e inclusione scolastica e sociale per minori a rischio, del quale sono operatrice volontaria referente, che mi sta dando tantissime soddisfazioni, sia perché in così poco tempo siamo riusciti ad entrare in un contatto molto intimo e confidenziale con i ragazzi partecipanti, i quali si sentono liberi di raccontare le loro esperienze, presenti e passate, spesso non facili, ma anche le loro aspirazioni e i loro sogni futuri, così luminosi e accattivanti, sia perché con loro abbiamo la possibilità di svolgere attività e laboratori teorico-pratici (come quello sulla Sessualità 2.0, o su Educazione Emotiva: La Paura, svolto il giorno di Halloween) che affrontano e approfondiscono temi specifici e spesso scottanti, sia per la loro delicata età, sia per lo scontro culturale che spesso avviene quando la cultura "dei genitori" si incontra con quella nella quale si vive; alla "Scuola popolare", che ci sta facendo conoscere come non mai la realtà del nostro piccolo grande territorio tiburtino e dei suoi nuovi cittadini, delle loro abitudini, delle loro origini, delle loro necessità e non solo: infatti, CDS di Tivoli, avendo stipulato una convenzione con il CAS del Comune di Ciciliano, ha l'onere e il piacere di insegnare italiano alle "mamme del mondo", con le quali si è instaurato un bellissimo rapporto di amicizia e collaborazione che ci permette di organizzare anche altre attività oltre quelle strettamente didattiche, come la costruzione di ghirlande con elementi naturali (rami, foglie, bacche), recuperate da noi stesse dal bosco limitrofo, che esporremo e venderemo durante i mercatini di Natale.           
Se questi 45 giorni mi hanno cambiato e arricchito così tanto, non mi resta altro che augurare, a me e a tutti i volontari come me, che quest'anno di SCN sia davvero un buonviaggio, perché "L'unica regola del viaggio è: non tornare come sei partito. Torna diverso" (Anne Carson)

 

Marika Mascitti