Differenza Donna: un tavolo per l'accoglienza delle donne rifugiate

19/01/2018 di Redazione
Differenza Donna: un tavolo per l'accoglienza delle donne rifugiate

Prosegue la collaborazione con l'Associazione Differenza Donna.
L' incontro segna l'inizio di un percorso atto a sostenere, aiutare, emancipare, sollevare quelle donne che per tanti motivi intimi e privati non sono in grado di denunciare o chiedere aiuto in caso di violenza, malattia, problemi in ambito lavorativo.
Nasce così una nuova opportunità per le donne studentesse della Cds di essere accolte e assistite quasi a tutto tondo per migliorare oltre alla conoscenza della lingua italiana anche una condizione di vita quotidiana, spesso isolata e fuori da ogni informazione utile anche per la minima assistenza medica o psicologica, spesso necessaria per uscire da un isolamento forzato da molteplici ragioni non ultime quelle imposte da una condizione familiare, religiosa o semplicemente di sottomissione alla figura maschile di riferimento.
Si aprono canali di aiuto legale, screening medici, e incontri ludici che Differenza Donna mette a disposizione di tutte quelle donne che vorranno partecipare fosse anche solo per incontrarsi, conoscersi, scambiare idee ed esperienze.
Ringraziamo la ideatrice e relatrice del progetto Valentina Pescetti, con la quale speriamo di continuare con sempre nuove iniziative che ci arricchiranno e ci aiuteranno a migliorare il nostro rapporto con il mondo delle giovani (e non) migranti.