Today, Tomorrow, To Nino: intervista a Sandra Macchitella

16/02/2018 di Redazione
Today, Tomorrow, To Nino: intervista a Sandra Macchitella

Sandra, da sempre impegnata nei processi di scolarizzazione, dal 2014 partecipa al progetto Today, Tomorrow, To Nino come responsabile della formazione e dell'educazione. Lo scopo del progetto, attivo ormai da diversi, mira a contrastare la dispersione scolastica e a supportare gli studenti che devono raggiungere alcuni obiettivi formativi nonostante una serie di difficoltà di natura economica, linguistica e sociale. A sostegno di questi soggetti è prevista anche l'erogazione di una borsa di studio.

Nell'ambito di questo progetto si organizzano diversi interventi. Uno di questi è il tutoraggio individuale, che FOCUS-Casa dei Diritti Sociali ha messo a punto grazie alla collaborazione di alcuni professori dell'Università di Roma Tre. Questi tutoraggi mirano soprattutto all'aspetto educativo e formativo, ma contribuiscono anche all'inclusione sociale e alla valorizzazione del contesto in cui questi soggetti si muovono al fine di comprendere meglio quali azioni portare avanti.

Un altro tipo di intervento sono le attività condotte nella scuola primaria e secondaria di primo grado, dove si fa un lavoro in collaborazione con gli insegnanti. Gli interventi all'interno delle scuole sono di natura più ampia e permettono di coinvolgere anche l'intera classe, e non si mira soltanto al potenziamento didattico, ma anche ad attività laboratoriali di vario tipo.

In totale vengono raggiunti circa una trentina di ragazzi e ragazze.

Molti di questi ottengono buoni risultati, ma spesso sono gravati da problemi legati al riconoscimento dei titoli di studio. Alcuni sono costretti ad essere inseriti in classi che non corrispondono alla loro età. Un'ulteriore difficoltà riguarda la socializzazione con i compagni e le compagne di classe, dato che molti di loro non riescono a comunicare facilmente con gli altri. In queste situazioni non sempre la scuola collabora per affrontare le criticità e in alcuni casi tende anche ad abbandonare questi soggetti. In generale, però, la scuola dipende molto dall'atteggiamento del dirigente scolastico e ogni realtà rappresenta un microcosmo a sé stante, con buoni modelli che si alternano a cattivi modelli.