In Ruanda una scuola per rifugiati e studenti locali

30/03/2018 di Redazione
In Ruanda una scuola per rifugiati e studenti locali

L'UNHCR riporta l'esperienza della scuola di Paysannat L, situata nei pressi del campo profughi di Mahama, dove studenti ruandesi e burundesi si tengono per mano e convivono senza problemi. Questo campo profughi è molto diverso dagli altri, perché non fornisce solo i servizi di base, ma anche una scuola pienamente operativa che conta oltre 21 mila studenti.

Ma di questa struttura non ne beneficiano soltanto i profughi. Infatti, molti dei ruandesi che abitano fuori dal campo frequentano regolarmente le lezioni e se non ci fosse questa scuola sarebbero costretti a fare molto più strada ogni giorno. Il risultato è stato un successo di educazione scolastica e di integrazione.

Paysannat L è stata costruita nel 1997 come scuola elementare, ma dal 2015 è diventata molto più grande e ha ospitato migliaia di bambini ruandesi in fuga dai conflitti scoppiati nel proprio paese. Oggi la scuola conta 250 aule e 300 maestri, accoglie rifugiati e studenti locali, a cui garantisce istruzione primaria e secondaria gratuita.

Grazie alla collaborazione tra il governo ruandese e UNHCR i rifugiati burundesi sono stati integrati nel sistema educativo nazionale con successo, come dimostra la convivenza con gli studenti locali. Le lezioni si svolgono in inglese, la lingua ufficiale di insegnamento in Ruanda. L'esperienza di questa scuola è molto significativa ed è auspicabile che un modello di questo tipo possa essere replicato anche in altri contesti.