Le piogge monsoniche colpiscono il Bangladesh

11/05/2018 di Redazione
Le piogge monsoniche colpiscono il Bangladesh

Le prime piogge monsoniche hanno cominciato a colpire duramente il Bangladesh e centinaia di migliaia di rifugiati Rohingya sono esposti a questo pericolo. Per questo l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati sta garantendo ulteriori aiuti per il paese.

Lo scorso primo maggio è giunto il primo dei tre ponti aerei previsti per il trasporto di ulteriori materiali. Le 1400 tende consegnate hanno permesso di fornire un alloggio di emergenza a oltre 60 mila persone che attualmente vivono in territori a rischio di smottamento o di inondazione.

 Bisogna ricordare che lo scorso agosto oltre 670 mila rifugiati Rohingya si sono aggiunti ai 200 mila rifugiati già presenti nel paese. Il Bangladesh ha concesso migliaia di acri di terreno per l'insediamento di queste persone, cercando di fornirgli una sistemazione e di rispondere ai loro bisogni primari

Inoltre, entro la fine di maggio UNHCR prevede di fornire a tutte le famiglie di rifugiati kit per costruire alloggi di emergenza. Gli stessi rifugiati stanno lavorando con l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati per affrontare le piogge monsoniche. Infatti, alcuni di loro hanno completato un training di primo soccorso e di preparazione operativa alle tempeste.

È essenziale che UNHCR e gli altri partner dispongano di maggiori risorse per continuare a salvare vite umane e migliorare le condizioni di vita dei rifugiati durante la stagione dei monsoni, oltre a fornire tempestivamente assistenza e protezione.