Il maestro Manzi nuovo compagno di scuola della CDS

di Redazione
Il maestro Manzi nuovo compagno di scuola della CDS

Riportiamo i post che Mauro ha condiviso su Facebook a pochi giorni dalla realizzazione del murales:

"Maestro Manzi", questo è il mio ultimo lavoro sul muro della Casa dei Diritti Sociali in Via Giolitti a Roma.

Perché ho ritratto il suo volto?

Beh, per prima cosa il Maestro Manzi fu un maestro, uno dei più famosi. Tra gli anni 60 e 70 condusse una trasmissione in tv "Non è mai troppo tardi" dove impartiva delle vere lezioni di italiano in modo innovativo. Allora si stimavano più di due milioni di italiani analfabeti e questa trasmissione combatte' l'ignoranza tant'è che grazie a lui un milione e mezzo di persone presero la licenza media.

Cercate se volete le sue interviste su YouTube e capirete lo spessore di quest'uomo.

Mi sembrava quindi un valido motivo ritrarre il suo volto sul muro di una scuola dove, in modo del tutto volontario e senza l'aiuto delle istituzioni, volontari insegnano l'italiano agli stranieri.

Soprattutto però, ho voluto ritrarre il suo volto perché oggi e forse più di ieri va ancora combattuto l'analfabetismo, un analfabetismo funzionale ed emozionale che purtroppo è dilagante. Per sfuggire alla manipolazione di questi sciacalli felpati pronti ad approfittarsi di problemi sociali seri, serve che il popolo si elevi culturalmente in modo da avere una buona capacità di analisi e critica per sfuggire ai tranelli populisti di questa gente senza scrupoli. Riuscire a mettersi nei panni altrui deriva da una matura presa di coscienza e approfondimento culturale. Dare del buonista a chi vuole aiutare invece deriva da una chiusura e dalla paura del mondo perché non lo si conosce.

Oggi servono più che mai delle figure come quella del Maestro Manzi, perché solo elevando i nostri pensieri si riuscirà a cacciare la coltre scura che sta avviluppando il nostro paese, ma direi anche, il mondo intero!

Alberto Manzi, un guerrigliero del sapere!

Ringrazio la Casa dei Diritti Sociali per la faticosa battaglia che porta avanti per restare aperta, Andrea Piras per avermi assistito tutto il giorno e il sempre presente Alessio Brugnoli a cui prima o poi tocca fargli il ritratto all'Esquilino!

Recentemente Mauro Sgarbi si è anche cimentato in un'esperienza editoriale molto interessante: un fumetto sul tema dell'integrazione intitolato "De Core. Il marziano è uno e lotta insieme a noi". Link della casa editrice per maggiori informazioni:

http://www.edizionigaleone.it/jolly-roger/38-de-core-il-marziano-e-vivo-e-lotta-insieme-a-noi.html

La Casa dei Diritti Sociali ci tiene a ringraziare Mauro per la sua disponibilità e invita tutti a fare una salto a via Giolitti per vedere e scattare una foto a questo straordinario murales che si aggiunge a una già nutrita collezione realizzata precedentemente dallo stesso Sgarbi e da altri artisti.