In Biblioteca col marsupio

20/04/2018 di Redazione
In Biblioteca col marsupio

L'associazione Sopra i Ponti di Bologna ha dato vita al progettoIn Biblioteca col Marsupio, che si rivolge principalmente a donne straniere con bambini piccoli e a bassa scolarità. Il progetto intende sostenere queste donne per permettergli di essere più autonome e seguire con più facilità i propri figli nel percorso scolastico. A partire da quest'anno le attività sono state estese anche al Comune di Castenaso e al Comune di Sasso Marconi.

A Castenaso si è creato da subito un gruppo molto numeroso e molto attivo, con una presenza di 12-13 donne e circa 5-8 bambini. Molte di queste mamme sono casalinghe e hanno conosciuto il progetto grazie al passaparola di una delle operatrici. Le prime difficoltà legate alla disomogeneità linguistica sono state superate grazie ad un intenso lavoro di mediazione linguistica, che ha permesso poi di procedere alla narrazione dei problemi e degli interessi delle varie donne che compongono il gruppo e, successivamente, è stata avviata una vera e propria attività di interazione con il territorio. Anche con i bambini sono stati raggiunti risultati positivi e sono state messe a punto delle attività compatibili con le loro condizioni.

Un altro luogo in cui opera l'associazioneSopra i Pontiè il centro interculturale polifunzionale Zonarelli, situato nel Comune di Bologna e storicamente legato alle attività delle associazioni che si occupano di immigrazione e intercultura. Si tratta di un centro dove si tengono eventi tipici delle comunità straniere, corsi di lingua, attività di aggregazione e di divulgazione culturale.

Nel quartiere Pilastro, situato nella periferia nord di Bologna e abitato da molti immigrati, è attiva una collaborazione con l'associazioneAl Ghofrane, impegnata in questa zona da molti anni. In questo modo è nato un gruppo "In Biblioteca con Marsupio" che raccoglie mamme e bimbi in età prescolare. Il gruppo è prevalentemente di lingua araba e di nazionalità marocchina, ma ci sono diverse difficoltà legate alla disomogeneità nel livello di scolarizzazione.

Un'azione viene portata avanti anche nel Comune di Sasso Marconi, in provincia di Bologna, dove abitano diverse famiglie di origine straniera. In questo contesto i rapporti con il Comune non stati molto fruttuosi e si è rivelata molto complicata la ricerca per individuare uno spazio che ospitasse il progetto. Il gruppo di utenti non è ancora strutturato, ma sono state costruite delle relazioni di fiducia con diverse donne straniere che lasciano ben sperare.

Ultimo intervento da riportare è quello cheSopra i Pontisvolge in collaborazione con l'associazioneLe altre voci di Afkar. I destinatari sono i bambini e le bambine della classe prescolare di arabo che si riunisce presso la scuola media Dozza, nel quartiere Barca di Bologna. Qui si svolgono attività di racconto orale e di lettura ad alta voce, laboratori espressivi e si insegnano i rudimenti della scrittura in arabo.