Heviya Azadiye-V edizione – Festival cinema curdo

20/01/2013 di Redazione
Heviya Azadiye-V edizione – Festival cinema curdo

Torna a Roma 'Heviya Azadiye - Speranza di Libertà'- Festival del cinema kurdo organizzato dall'Associazione Europa Levante con il patrocinio della Regione Lazio -Assessorato alla cultura arte e sport-ed il contributo dellaProvincia di Roma -Assessorato alle Politiche Culturali. Il festiva, giunto alla V edizione, sarà inaugurato alla Casa del Cinema. Appuntamento dal 16 al 20 gennaio per le proiezioni al Nuovo Cinema Aquila. 
Oltre 25 le proiezioni in programma, tra lungometraggi, cortometraggi e documentari d'autore; 10 Paesi coinvolti,tra cuiIran, Iraq, Turchia, Francia, Germania, Regno Unito, Svezia, Norvegia, Belgio e Svizzera, opere in anteprima nazionale, reading e incontri culturali tra cui un focus sul  ruolo della donna nella cultura curda, sui tesori archeologici della Mesopotamia e sulle tradizioni musicali del Kurdistan, e la commemorazione della "curdologa"Mirella Galletti, membro attivo dell'Istituto curdo di Parigi fin dalla sua fondazione nel 1983, scomparsa a settembre 2012.
Il 14 gennaio al Teatro Valle ci sarà un anteprima del primo film kurdo "Zare" realizzato in Armenia nel 1926. "Zare" è un film muto e sarà accompagnato dalla musica della grande musicista e cantante curdaTara Jaffche musicherà la pellicola con la sua arpa.
Il 16 gennaio, inoltre, presso la Casa del Cinema critici e registi curdi e italiani discuteranno del passato, del presente e del futuro del cinema curdo e verrà ricordato il grande regista kurdoYilmaz Guney.
Quest'anno è previsto anche unevento speciale dedicato alle scuole di cinema kurde, durante il quale saranno presentati i lavori dei giovani studenti e saranno realizzati scambi e dibattiti con le scuole di cinema di Roma, ed in particolare conla scuola Gianmaria Volontèdella Provincia di Roma.
Il programma contiene anche4 serate-eventoche coniugano cinema,musica e danzache si svolgono nell'area provinciale di Roma, ed in particolare nei comuni diCivitavecchia, Castel Madama, Ardea e Monterotondo.La chiusura del Festival, prevista per il 21 marzo, giorno del Capodanno Kurdo, è organizzain collaborazione con il Centro artistico-culturale "Dicle-Firat" di Diyarbakir e con il Centro Culturale della Mesopotamia di Istanbul,che proporranno le migliori tradizioni musicali e coreografiche della tradizione curda e della Mesopotamia.
Per informazioni:
info@europalevante.eu
Tel. 3273016013
www.europalevante.org