Costi disumani. La spesa pubblica per il “contrasto dell’immigrazione irregolare”

30/05/2013 di Redazione
Costi disumani.  La spesa pubblica per il “contrasto dell’immigrazione irregolare”

Lunaria invita alla presentazione di Costi disumani. La spesa pubblica per il "contrasto dell'immigrazione irregolare" . Appuntamento a Roma, giovedì 30 maggio, ore 11.00 presso la Camera dei Deputati, Palazzo Marini, Sala della Mercede, via della Mercede 55

Partecipano: Loredana De Leo (ASGI), Filippo Miraglia (ARCI), Giulio Marcon (Deputato Sel), Grazia Naletto (Lunaria), Piero Soldini (CGIL)
Coordina Roberta Carlini (Giornalista, Redazione Sbilanciamoci.info)
Respingere, espellere, rimpatriare: è ciò che fanno i paesi europei nell'ambito di quelle che vengono definite in modo più raffinato "le politiche di contrasto dell'immigrazione irregolare". Queste politiche hanno un costo sebbene in Italia siano in pochi a parlarne.
Dal 2005 al 2012 sono stati stanziati in Italia almeno un miliardo e seicento milioni di euro per finanziare le politiche di contrasto all'immigrazione irregolare: una spesa pubblica significativa, largamente inefficiente e, irrispettosa dei diritti umani fondamentali dei migranti.
Costi disumani propone una ricognizione dei costi delle politiche del rifiuto funzionali a garantire il controllo dei mari e delle frontiere, la detenzione dei migranti nei Centri di Identificazione ed Espulsione (CIE) e lo sviluppo della cooperazione con i paesi terzi finalizzata al contrasto dell'immigrazione irregolare.
I dati e le informazioni raccolti fanno luce su una materia che, per la sua delicatezza,richiederebbe sicuramente una maggiore trasparenzae una più attenta valutazione sia da parte degli attori istituzionali sia da parte dell'opinione pubblica, considerando icosti, elevatissimi, che l'attuale sistema di governo delle politiche migratorie comporta intermini di vite umane e di violazioni dei diritti umani fondamentali.

Per partecipare alla presentazione è necessario iscriversi entro il 28 maggio inviando una mail a: comunicazione@lunaria.org