Partecipa al bando TIME to Care con Casa dei Diritti Sociali

06/08/2020 di Redazione

Partecipa al bando TIME to Care con Casa dei Diritti Sociali

 

 

 

 

 

 

 

Fino al  30 ottobre 2020 (ore 14) è possibile fare domanda per partecipare al progetto Time to Care con Casa dei Diritti Sociali nelle seguenti sedi:

  • Roma (via Giovanni Giolitti 225): 3 giovani da selezionare

  • Cosenza (corso Giuseppe Garibaldi 2/P): 3 giovani da selezionare

I giovani selezionati si occuperanno delle seguenti attività a favore di anziani vulnerabili e altre persone svantaggiate:

  • Sportello di orientamento e segretariato sociale.

  • Accompagnamento ai servizi.

  • Servizi diurni per persone senza fissa dimora.

  • Promozione del volontariato e cittadinanza attiva tra gli anziani.

Possono partecipare alle selezioni sia i giovani italiani che stranieri compresi tra 18 e 35 anni. Ai giovani selezionati sarà offerto un contratto di collaborazione (co.co.co.) della durata di 6 mesi. Il compenso (per un impegno part time) sarà di 375 euro netti oltre agli oneri previdenziali e assicurativi.

Le domande devono essere presentate  ai seguenti indirizzi:

La domanda deve comprendere obbligatoriamente:

  • format di candidatura (scaricabile da questa pagina) compilato e sottoscritto

  • CV del candidato in formato europeoin forma di autocertificazione (vedi nota)

  • copia di un documento di identità del candidato

 

Scarica qui il bando completo.

Scarica qui il format per fare la domanda di partecipazione.

Scarica qui la scheda con gli elementi essenziali del progetto.

 

Per informazioni e assistenza nella compilazione delle domande è possibile contattare:

  • Per la sede di Cosenza: 3398860693; cdscosenza@gmail.com

  • Per la sede di Roma: 064464613; net@dirittisociali.org .

NOTA: all'inizio o alla fine del CV bisogna inserire la frase "Il/la sottoscritto/a, ai sensi e per gli effetti delle disposizioni contenute negli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 e consapevole delle conseguenze derivanti da dichiarazioni mendaci ai sensi dell'art. 76 del predetto DPR n. 445/2000, sotto la propria responsabilità dichiara che quanto esposto nel presente CV corrisponde al vero"