Salta la ratifica del CETA in Senato

27/07/2017 di Redazione
Salta la ratifica del CETA in Senato

Una vittoria di tutte e tutti noi, cittadini preoccupati e responsabili, e della società civile. Ma non abbassiamo la guardia, per evitare che il governo sia tentato da un colpo di mano di inizio Agosto, dita sulle tastiere fino all'ultima seduta d'Aula, prevista per il 3 Agosto, per cacciare definitivamente dal calendario d'Aula la ratifica del trattato-truffa.

Continuiamo a mobilitarci e a scrivere in questi giorni al nostro Governo, e facciamolo ancora per tutta l'estate.

Serve aprire un dibattito pubblico sul commercio internazionale e sui rischi di accordi come il CETA e il TTIP, dobbiamo pretendere di riaprirlo in Italia e in Europa! Scriviamo al premier Paolo Gentiloni, al Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda e a quello delle Politiche agricole Maurizio Martina, invitiamoli ad confrontarsi con le nostre ragioni! Possiamo farlo con un'e-mail, ma anche tramite i social network.

Fai pressione sui Ministri Calenda e Martina e sul presidente Gentiloni: lo slittamento è un primo passo, ma la ratifica va fermata: qui tutte le istruzioni per attivarsi

https://stop-ttip-italia.net/2017/07/25/caro-governo-abbiamo-quasi-vinto-e-per-questo-ti-scrivo/

--------------------------------------------

In queste ore continuano a circolare posizioni infondate di sostegno al CETA

In questo nuovo rapporto smontiamo, pezzo dopo pezzo, tutte le mezze verità e le bugie vere e proprie diffuse nelle ultime settimane dai tifosi di un accordo che avvantaggia pochi grandi portatori di interessi e scarica i suoi pesanti costi sociali e ambientali su milioni di cittadini e piccole imprese. Leggiamolo e diffondiamolo, chiediamo conto ai senatori delle favole raccontate agli elettori e all'opinione pubblica.

Debunking CETA: Manuale di sopravvivenza alla disinformazione sull'accordo UE-Canada

Si scarica qui: https://stopttipitalia.files.wordpress.com/2017/07/debunking-_ceta_luglio2017.pdf

-----------------------------------------------

Si moltiplicano le Autorità locali contro il CETA

Lazio, Lombardia, Liguria, Veneto, Puglia, Calabria, Marche e Valle d'Aosta, oltre a centinaia di Comuni, hanno intimato al Parlamento con mozioni e Ordini del giorno, di aprire una consultazione ampia sugli effetti del trattato. Anche il Comune di Roma è vicino all'approvazione. Questo movimento trasversale, che sui territori coinvolge anche partiti della maggioranza, non può essere ignorato.

Invia ai tuoi amministratori locali di Comune, Provincia (o città metropolitana) e Regione la mozione-facsimile da personalizzare e presentare e far approvare il prima possibile.

Scaricala qui: https://stopttipitalia.files.wordpress.com/2017/07/mozione-ceta-facsimile.doc

--------------------------------------------

Alcuni recenti articoli sul CETA

"Anche Rignano dice 'no' al CETA" di Monica Di Sisto su Il Fatto Quotidiano/Blog

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/07/21/ceta-anche-rignano-dice-no-al-trattato-col-canada-chi-tutela-il-made-in-italy/3744562/

"Fermare la ratifica del CETA" di Marco Bersani su Il Manifesto

https://ilmanifesto.it/fermare-la-ratifica-del-ceta/

"Sul CETA un compromesso che sacrifica la nostra agricoltura" di Edoardo Zanchini su Il Manifesto, ripreso da Diritti Globali

http://www.dirittiglobali.it/2017/07/sul-ceta-un-compromesso-sacrifica-la-nostra-agricoltura

Rimaniamo in contatto!

Web - www.stop-ttip-italia.net

email - stopttipitalia@gmail.com

Facebook - www.facebook.com/StopTTIPItalia

Twitter - @StopTTIP_Italia