Pre-loader

Salute, servizi sanitari e inclusione sociale

Il progetto Salute, servizi sanitari e inclusione sociale che è finanziato nell’ambito del programma generale denominato “Regione Lazio per il cittadino consumatore VI”, con fondi del Ministero dello Sviluppo Economico – Ripartizione 2018, e ha come obiettivo generale la promozione dell’educazione a sani stili di vita per prevenire problemi di salute e facilitare la conoscenza e l’accesso dei cittadini ai servizi sanitari nel territorio della Regione Lazio. Il progetto è realizzato in partnership con l’associazione Cento Giovani.

Con il progetto si intende promuovere e garantire la più ampia partecipazione dei cittadini in qualità di consumatori ed utenti di beni e servizi, attraverso azioni specifiche riguardanti l’informazione, l’orientamento, la sensibilizzazione, l’educazione e l’assistenza in materia di salute e servizi sanitari e dell’esercizio e tutela dei diritti. Per cui, il progetto vuole operare su un doppio binario: quello della tutela e della garanzia dei diritti di consumatori ed utenti in tutte le situazioni

di violazioni, abusi e inefficienze; quello del potenziamento delle capacità autonome dei cittadini di partecipare, comprendere i problemi, saper tutelare anche autonomamente i propri diritti.

Il progetto prevede la realizzazione di 4 azioni che riteniamo siano particolarmente importanti alla luce dello scenario della pandemia da CoVid-19 all’interno del quale stiamo vivendo da quasi un anno e probabilmente vivremo almeno fino a quando non sarà disponibile un vaccino:

  1. Sportelli informativi in presenza e a distanza per l’ascolto e l’accompagnamento all’esercizio e al godimento del diritto alla salute;
  2. Lavoro di rete con associazioni dei malati e centri anziani che cercano di dare risposte concrete ai bisogni socio-sanitari dei malati e delle loro famiglie;
  3. Lavoro di rete con associazioni impegnate con i migranti e le comunità straniere che operano per dare risposte in relazione ai temi del diritto alla salute, dell’accesso e orientamento ai servizi sanitari, del tesserino STP/ENI, della presenza di interpreti linguistici e mediatori culturali, dei servizi psichiatrici, ecc.;
  4. Redazione e diffusione di materiali divulgativi tesi a orientare i cittadini rispetto ai servizi sanitari di base, ai loro diritti e alle attività svolte dal mondo associativo, oltre a fornire notizie utili sui temi dell’offerta e fruizione dei servizi sanitari.

Salute, servizi sanitari e inclusione sociale

La casa dei diritti è anche casa tua

sostienici