Pre-loader

Ascolto e orientamento

Lo sportello di Casa dei Diritti sociali – CDS – attivo dal 1985, rappresenta uno degli interventi più longevi e polifunzionali messi in campo dall’associazione. Da sempre radicato nel quartiere Esquilino, dai primi anni del 2000 si trova a Via G. Giolitti, 225, di fronte alla Stazione Termini, punto di snodo dove transitano o stazionano molte persone in condizioni di vulnerabilità socio-economica e marginalità sociale.

Proprio in virtù di questa particolare posizione, lo sportello è divenuto negli anni un punto di riferimento importante, in particolare per migranti, richiedenti asilo, rifugiati e persone senza fissa dimora, per i quali promuove percorsi di inclusione sociale e autonomia.

In particolar modo fornisce servizi di ascolto, analisi dei bisogni, informazione e supporto per l’accesso ai servizi, accompagnamento nelle procedure amministrative, orientamento ai diritti (sociali, sanitari, abitativi, educativi), mediazione interculturale, ricerca e mediazione sociale in ambito alloggiativo.

Tutti gli interventi sono caratterizzati da una bassa soglia di accesso ai servizi, volta a favorire l’inclusione delle persone che si trovano in condizione di maggiore vulnerabilità.

Lo sportello offre inoltre, per quanti ne hanno bisogno, diversi servizi diurni: distribuzione di beni di prima necessità e DPI, ricarica elettrica dei cellulari, contatti con circuiti di assistenza per l’inserimento in accoglienza, servizio di ricezione e consegna posta.

Una parte importante dell’attività consiste nel supporto informativo e di orientamento fornito ai cittadini stranieri relativamente alle procedure di richiesta d’asilo, ai permessi di soggiorno, alle relative pratiche complementari e alla piena fruibilità dei diritti di cittadinanza.

Tutte le attività sono svolte in collaborazione con le istituzioni competenti (Servizi Sociali e Demografici comunali, Asl, Questure, Prefetture, Commissioni Territoriali per il Riconoscimento della Protezione Internazionale, organizzazioni internazionali come OIM e UNHCR, servizi di orientamento alla formazione e al lavoro etc.) e con le altre realtà del Terzo Settore.

Il servizio è stato reso possibile in tutti questi anni grazie al lavoro di operatori e volontari specializzati (avvocati, medici, mediatori, giovani in servizio civile ) e dal contributo di finanziatori pubblici e privati, tra cui la Chiesa Valdese, la Regione Lazio, la Fondazione Charlemagne, la Fondazione Haiku Lugano e l’Opera Pia Asilo Savoia.

Coordinatrice: Laura Bisegni

mail: esquilino@dirittisociali.org

 

La casa dei diritti è anche casa tua

sostienici