Caserta l'Ex-Canapificio "Lavoreremo per strada"

Martedì 12 marzo a Caserta, è stato posto sotto sequestro da parte della Procura lo spazio sociale dell'ex-Canapificio, sede organizzativa di attività per migliaia di persone e che esiste e resiste a Caserta dal 1995. Il centro sociale Ex-Canapificio è l'associazione che gestisce il progetto di accoglienza SPRAR del comune di Caserta, per rifugiati e richiedenti asilo, per questo Caserta è conosciuta in tutta Italia come modello virtuoso di inclusione e cittadinanza attiva.

Il provvedimento è stato emesso perchè sono state riscontrate carenze strutturali, in particolare infiltrazioni d'acqua che secondo il perito della Procura metterebbero a rischio la struttura. 

Il nostro Store

Visita il nostro Store 

In esposizione sono presenti t-shirt, felpe e altri gadget con sopra disegnate le opere realizzate dallo street-artist Mauro Sgarbi.

Ci siamo ispirati ai murales dipinti a via Giolitti nei pressi della nostra scuola di italiano.

In collaborazione con Worth-Wearing, una piattaforma online di realizzazione e distribuzione di t-shirt on demand, allo scopo di finanziare progetti e idee di cambiamento per le organizzazioni no-profit.

CORPI CIVILI DI PACE

Aperto il bando per la selezione di 130 volontari dei Corpi Civili di Pace da impiegare in progetti all'estero (112 volontari) e in Italia (18 volontari).

Per il nostro progetto selezioniamo 6 volontari.

IMPORTANTE: Presentare la domanda prima della scadenza: 08/04/2019

Per maggiori informazioni contattare: paola.rizet@unponteper.it

Solidarietà ai Sindaci che si oppongono al Decreto-Salvini

Come associazione di volontariato Focus-Casa dei Diritti Sociali, con sede nazionale a Roma, iscritta ai Registri della Presidenza del Consiglio e della Regione Lazio, che da più di trent'anni si occupa di persone svantaggiate e agisce a difesa, tutela e promozione dei diritti delle popolazioni migranti, con la presente vogliamo esprimere la nostra solidarietà agli Amministratori locali che hanno sollevato eccezioni di applicabilità della legge 132/2018, meglio nota come Decreto sicurezza.

CDS Valle dell'Aniene, "Vorrei un natale che..."

La Casa dei Diritti Sociali della Valle dell'Aniene opera da più di vent'anni sul territorio tiburtino a servizio delle persone in povertà di diritti. Una piccola sede per accogliere e orientare su territorio le tante persone migranti, che in questi anni sono andate via dai propri Paesi in cerca di un futuro migliore.

Master di I livello a distanza in “Accoglienza e inclusione dei richiedenti asilo e Rifugiati” per l’a.a. 2018-2019

Il Dipartimento di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi Roma Tre promuove, in collaborazione con il Servizio centrale del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR), il Master di I livello a distanza in "Accoglienza e inclusione dei richiedenti asilo e Rifugiati" (Direttore: Prof. Marco Catarci).

TAVOLO ASILO NAZIONALE,Dl Sicurezza e Immigrazione provocherà un aumento dell’irregolarità

Il Decreto-Legge 4 ottobre 2018, n.113, su cui il governo ha posto la questione di fiducia, introduce nella prima parte radicali cambiamenti nella disciplina dell'asilo, dell'immigrazione e della cittadinanza.

Tavolo Nazionale Asilo: preoccupazione per il Decreto Salvini

Il Tavolo Asilo, riunitosi per analizzare il Decreto Legge "Salvini" approvato dal Consiglio dei Ministri, esprime la propria preoccupazione per i contenuti del provvedimento. 

Tra le tante problematicità che questo testo solleva,  ci preme sottolinearne alcune.

L'abrogazione del titolo di soggiorno per motivi umanitari rischia di produrre effetti molto negativi sul territorio e sul Paese, riducendo in modo significativo l'accesso al diritto d'asilo e generando nuova irregolarità.

 

Legatelo al dito! Il tuo 5 per mille a sostegno del progetto “Today, Tomorrow, To Nino”

Quest'anno il tuo 5 per mille devoluto alla Casa dei Diritti Sociali andrà a sostenere il progetto "Today, Tomorrow, To Nino" nato nel 2010 per contrastare un fenomeno in preoccupante crescita: l'abbandono precoce del percorso di studi da parte di minori in difficoltà economica e sociale

Il vostro 5 per mille rappresenta dunque un contributo concreto e prezioso a garantire il giusto sostegno e accompagnamento nella crescita e nella formazione di questi bambini e giovani adulti a rischio di emarginazione sociale

Il 5 per mille a Focus - Casa dei Diritti Sociali

Per destinare il 5 per mille a Focus-Casa dei Diritti Sociali e, come noto, senza aggravio fiscale per il contribuente, è sufficiente apporre la propria firma nel riquadro indicante il "Sostegno del volontariato" che figura nei modelli CUD, 730 e Unico ed inserire il Codice Fiscale di Focus-Casa dei Diritti Sociali - C.F. 03661341002